Calabria: come organizzare un addio al celibato indimenticabile

Anche un altro amico si sposa e oltre alla gioia di un grande passo i testimoni (o gli amici più stretti) hanno il compito di organizzare un addio al celibato che si rispetti. A volte quando ci si trova di fronte a questo “compito” vengono in mente tantissime idee, si vorrebbero fare tantissime cose (anche esagerate), ma si fa fatica poi a organizzarle. Problemi logistici, economici, di numero di persone, organizzativi, eccetera, impediscono di creare un addio al celibato davvero indimenticabile. Cosa fare allora? Ecco alcuni consigli da seguire e alcune indicazioni cui fare attenzione per realizzare davvero qualcosa di bello e soprattutto divertente.

Calabria: un divertimento per tutti

Il festeggiato, ovviamente, è il futuro sposo, ma la festa coinvolge tutti, anche gli altri partecipanti. Questo è un elemento da tenere sempre in grande considerazione, in modo che tutti riescano a sentirsi coinvolti. Questo problema si presenta soprattutto nei gruppi numerosi di amici, per i quali diventa complicato trovare qualcosa che vada bene sempre a tutti. Una soluzione può essere quella di organizzare un addio al celibato “ad appuntamenti”, dove ognuno arriva (basta che avverta in anticipo per potersi organizzare) quando preferisce, in modo che la responsabilità della scelta non ricada sugli organizzatori e si riesce a proporre un’offerta più variegata possibile.

Emozioni allo stato puro sul Fiume Lao

rafting lao

rafting lao


Cosa c’è di più bello e divertente di un addio al celibato di fare qualcosa di insolito e di coinvolgere il futuro sposo in attività particolari? Tra le opzioni più suggerite ci sono quelle di organizzare discese rafting sul fiume Lao, lanci dal paracadute, partite di paintball o qualsiasi altro tipo di attività dove l’adrenalina è la principale protagonista. Attività come il rafting o il paintball sono particolarmente indicate in quanto è possibile coinvolgere un alto numero di persone con un maggior livello di divertimento. Per l’organizzazione di questo tipo di eventi è bene ricordare che, va bene la goliardia e l’andare oltre i limiti che questo evento richiede, ma si tratta sempre di una festa ed è bene mantenere un certo controllo e non pretendere oltre il dovuto, specie da parte del principale festeggiato.

Aperitivo e cena

È preferibile organizzare l’addio al celibato durante un giorno festivo (il sabato è sempre l’opzione migliore in modo che il giorno successivo non è lavorativo), ma può non essere possibile. C’è anche chi si organizza per più giorni da trascorrere in un’altra località (magari all’estero), ma in tutti i casi l’aspetto enogastronomico è uno di quelli irrinunciabili. Sedersi tutti insieme intorno a un tavolo a ridere e scherzare è un momento importante di ogni addio al celibato. Individuate un luogo che possa ospitarvi tutti, magari accordandovi per qualche formula economica particolare e vantaggiosa e fate in modo che questa sia anche un’occasione per rilassarsi. L’aperitivo o la cena può essere anche un momento di “transizione” tra gli appuntamenti del pomeriggio e quelli del pomeriggio. In alternativa l’addio al celibato può anche iniziare con la cena o l’aperitivo o concludersi con esso, l’importante è che ci sia il tempo per mangiare e bere tutti insieme.

La notte è giovane

Questo è il momento clou di ogni addio al celibato, quello nel quale non si vorrebbe mai mettere la parola “fine”. Molte persone amano in questi casi organizzare momenti goliardici, prove e situazioni di imbarazzo in cui coinvolgere il futuro sposo. Qui si può dare libero sfogo alla fantasia, magari vestendo il festeggiato in maniera buffa e portarlo in giro per il centro della città e trascorrere in questo modo la serata. L’importante è, come detto prima, che ciò che si fa sia sempre alla portata di tutti e nessuno si senta in difficoltà o a disagio.

L’addio al celibato è una festa e come tale, tra risate e divertimento, deve rimanere per tutti.

129 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti